Cosa vedere a Bari: luoghi ed attrazioni da visitare in città e dintorni

Il caratteristico lungomare di Bari
Il caratteristico lungomare di Bari

Bari è il capoluogo e la città principale della Puglia, con uno dei principali porti marittimi del mare Adriatico. È una città molto vivace, soprattutto in estate, ed ospita anche alcuni dei monumenti culturali e storici più importanti della Puglia. Scoprite in seguito cosa vedere a Bari, i migliori luoghi e attrazioni da visitare in questa affascinante città costiera.

Situata nel sud-est dell’Italia, Bari è una città ricca di storia e una piacevole destinazione da vivere e scoprire in qualunque periodo dell’anno.

Ha origini antiche e prende il nome dalla greca Barion, un antico municipio romano conquistato negli ultimi tempi dai Bizantini e Svevi. Importante porta d’accesso al mare Adriatico, è stato il cuore del cattolicesimo ortodosso in Italia e un luogo di pellegrinaggio per le tre religioni monoteiste durante il Medioevo.

Oggi Bari sembra quasi formato da due città separate. Il suo centro storico è pittoresco e le sue strade strette e rumorose sono piene di gente, negozi di souvenir, botteghe artigiane, bar e ristoranti.

La parte nuova della città si estende nella zona sud, è spaziosa e con ampi viali. Il trafficato Corso Vittorio Emanuele II separa la città nuova da Bari Vecchia. La combinazione di vecchio e nuovo è sempre evidente in questa meravigliosa città costiera.

La città gode di un clima mite e le sue spiagge sono molto frequentate nelle belle e calde giornate dai cittadini e dai turisti. La spiaggia più famosa e frequentata della città è Pane e Pomodoro, situata nella zona sud del lungomare.

Bari è anche la principale porta di accesso alla regione, poiché il più grande aeroporto pugliese si trova nella sua area metropolitana.

Cosa vedere a Bari

Bari offre numerose attrazioni turistiche e culturali, ed è il punto di partenza per escursioni verso l’altopiano della Murgia al fine di raggiungere la Valle d’Itria e la famosa cittadina di Alberobello. Scopriamo le principali attrazione e i luoghi più interessanti del capoluogo pugliese.

Bari Vecchia

Il centro storico (Bari Vecchia) è senza dubbio la zona più interessante della città. Comprende la maggior parte delle attrazioni da vedere a Bari, come la Basilica di San Nicola o il Castello Svevo.

Le sue strette vie medievali, i palazzi, le chiese e le case imbiancate a calce che si possono vedere su ogni angolo della strada, ne fanno un luogo davvero piacevole da percorrere a piedi.

Il centro storico di Bari si trova tra i 2 porti, il vecchio e il nuovo. Durante la tua passeggiata, non perderti via Arco Basso: qui potrai osservare le donne nel bel mezzo del lavoro di produzione delle orecchiette (la tipica pasta pugliese).


Basilica di San Nicola 

cosa-vedere-a-bari-basilica-san-nicola

Uno dei simboli e monumenti principali di Bari è la Basilica di San Nicola. È stata eretta nel cuore della città vecchia tra il 1087 e il 1197, ed è una delle più belle realizzazioni dell’architettura romanica in Puglia.

All’interno, sopra l’altare maggiore, si trova un tabernacolo del XII secolo, e alla destra dell’altare si trova la Madonna con i Santi di Vivarini, dipinta nel 1476. Nell’abside si trova un trono vescovile in marmo e la tomba cinquecentesca di Bona Sforza, ultima duchessa di Bari.

La cripta contiene un altare in argento del 1684, al di sotto del quale sono ospitate le reliquie di San Nicola. I resti del santo vennero a Bari dal loro santuario originale a Myra, ora parte della Turchia.

All’esterno impressiona la sua architettura particolarmente imponente e caratterizzata da una facciata chiusa sui lati da due torri. Oggi è uno dei siti di pellegrinaggio più visitati in Italia e in Europa, sia dai cattolici che dagli ortodossi. Un museo dedicato al Santo è adiacente alla basilica.


Teatro Petruzzelli

Un altro monumento storico da vedere a Bari è il teatro Petruzzelli. Situato in Corso Cavour, è il più grande teatro privato d’Europa e il quarto in Italia (dopo quello di Palermo, di Milano e quello di Napoli).

Il teatro è stato costruito nel 1903 per una cifra astronomica. Molto moderno per l’epoca, aveva il riscaldamento e l’elettricità. Ha ospitato artisti internazionali come Ray Charles, Frank Sinatra e Luciano Pavarotti.

Distrutto da un incendio nel 1991, ha dovuto subire una completa ristrutturazione, ma non ha perso nulla del suo splendore.

Ovviamente puoi approfittare del ​​tuo soggiorno a Bari per semplicemente contemplare i suoi magnifici interni con una visita guidata oppure per assistere a uno degli spettacoli del momento. Contrariamente a quello che si crede, i prezzi non sono così alti e partono da 10€.


Castello Svevo

Sul lato ovest del centro storico si trova il Castello, in origine un edificio bizantino-romanico, ricostruito da Federico II nel 1233 in stile normanno-svevo. Bona Sforza lo trasformò in un palazzo nel 16° secolo, aggiungendo i bastioni e le torri angolari sopra il fossato. Più tardi, è stato usato come prigione. Due torri della struttura normanna sono ancora presenti.

Questo enorme castello medievale è uno dei principali simboli e luoghi da vedere a Bari. L’edificio ospita ora un interessante museo con copie di sculture pugliese-normanne e mostre temporanee d’arte.

È aperto tutti i giorni, tranne il mercoledì, dalle 8:30 alle 19:00. Il biglietto d’ingresso costa circa 3€, mentre l’ingresso è gratuito per minori di 18 anni, per gli over 65 anni e durante le prime domeniche del mese.


Cattedrale di San Sabino

cosa-vedere-a-bari-cattedrale-san-sabino

Questo è un altro importante edificio religioso da vedere a Bari. Questa chiesa dedicata a San Sabino è un esempio di romanico pugliese, costruito nel 12° secolo sui resti di un’antica chiesa bizantina.

Gran parte degli interni è stato restaurato nel suo aspetto romanico pugliese, rimuovendo le “modernizzazioni” barocche e ricostruendo il bellissimo pulpito. Nella cripta c’è un dipinto riccamente decorato della Madonna e le reliquie di San Sabino, portate a Bari nell’844 da Canosa dopo il suo saccheggio da parte dei saraceni.

Adiacenti alla cripta si possono vedere gli scavi archeologici sotto la cattedrale che rivelano strati di storia dal periodo romano al Medioevo. La segnaletica spiega i reperti, che comprendono un pavimento musivo paleocristiano e una minuscola cappella e altare.

Dall’esterno, si può ammirare la sua facciata in pietra bianca adornata da un grande rosone. Al di fuori delle ore di messa o delle cerimonie speciali, come i matrimoni, si può visitare liberamente la Cattedrale di San Sabino.


Piazza Mercantile

Il centro storico di Bari è pieno di gemme nascoste e la Piazza Mercantile è una di queste. Situata sul lato est della città, vicino al porto, questa piazza è un luogo affascinante da visitare, con un’architettura caratteristica e accattivante.

Una delle migliori cose da fare è trovare un posto dove mangiare qualcosa al volo oppure ci si può sedere sotto uno dei baldacchini ombreggiati, gustare un caffè o ammirare le fontane decorative.


Borgo Murattiano

Il Borgo Murattiano è la zona commerciale di Bari, separata dal centro storico dal lungo e ampio Corso Vittorio Emanuele II, creato nel 1813. Le sue strade, a differenza di quelle del centro storico, sono diritte e disposte in una griglia ordinata, fiancheggiate da eleganti edifici, molti dei quali risalgono ai primi anni del XIX secolo.

Gli edifici riflettono gli stili che seguirono, in particolare quello Liberty, popolare all’inizio del XX secolo. Alla fine del porto di Corso Vittorio Emanuele II si trova il Teatro Margherita in stile Liberty; e a circa a metà strada, in Piazza della Libertà, il Teatro Comunale e il Palazzo della Prefettura del XIX secolo in stile Rococò.

Vicino all’estremità c’è il palazzo gotico veneziano di Fizzarotti. Sulla pedonale di Via Sparano, un’elegante strada dello shopping, si trovano il Palazzo Mincuzzi in stile Art Nouveau e la chiesa di San Ferdinando. L’alberato Corso Cavour ha più edifici in stile Liberty.

In questa zona si trovano i negozi, i bar e i ristoranti più importanti della città. Passeggiare lungo queste strade è molto piacevole in qualunque periodo dell’anno. Se visitate Bari per lo shopping, il Borgo Murattiano è la zona migliore della città.


Palazzo Simi

Se stai cercando qualcosa da fare a Bari, ti consiglio una visita al Palazzo Simi, situato proprio dietro la Cattedrale di San Sabino. Il palazzo ospita la sede del “Centro operativo per l’archeologia” ed un museo su questo tema.

Anche se abbastanza piccolo, il museo è molto interessante per conoscere di più sulla storia di Bari. Il Palazzo Simi è aperto tutti i giorni dalle 09:30 alle 18:30 e l’entrata è gratuita.


Pinacoteca provinciale Corrado Giaquinto

Situata sullo splendido Lungomare, la Pinacoteca Provinciale è una fantastica e moderna galleria d’arte che ospita una grande varietà di opere che vanno dal 11° secolo fino al 19° secolo.

L’edificio occupa un posto privilegiato sul lungomare, e presenta una serie di archi sulla facciata anteriore e una grande quantità di dettagli decorati. È il principale museo della città e una delle principali cose da vedere a Bari.

All’interno, le varie mostre offrono una ricchezza d’arte di alta qualità, tra cui dipinti di epoca medievale, e una miriade di opere d’arte incentrate sulla scuola d’arte pugliese e artisti italiani notevoli.

Tra i lavori più interessanti troviamo quelli di artisti come Paolo Veronese, Giovanni Bellini e Tintoretto.


Lungomare Nazario Sauro

Il lungomare è il posto migliore per passeggiare a Bari, un po’ come la famosa Promenade des Anglais a Nizza. Inaugurato nel 1927, questa passeggiata di 10 chilometri che costeggia il mare, sembra essere la più lunga d’Italia.

Il lungomare permette di ammirare magnifici panorami, tanto sulla città quanto sul mare e di rilassarsi su una panchina mentre si ascolta il suono delle onde. Il lungomare circonda buona parte dello storico quartiere di Bari Vecchia, per poi unirsi al quartiere commerciale più moderno.


Cosa vedere a Bari – dintorni

Polignano a Mare

polignano-a-mare-cosa-vedere-a-bari-dintorni

La città di Polignano a Mare è una delle località principali da visitare vicino a Bari e tra le piu belle della regione Puglia. Il suo centro storico piccolo e bianco, situato sul bordo delle scogliere, contrasta con le acque cristalline del Mar Adriatico.

Polignano a Mare è nota per essere la città in cui nacque il cantautore Domenico Modugno, per la famosa spiaggia ‘Lama Monachile’ e per le numerose grotte marine lungo la costa che si possono visitare con delle piccole imbarcazioni.

Trova un alloggio a Polignano a Mare

Monopoli

Subito dopo Polignano a Mare, Monopoli è una graziosa cittadina pugliese non molto distante da Bari. Una passeggiata attraverso il centro storico permetterà di scoprire tutti gli antichi monumenti della città.

Alcuni luoghi da non perdere sono il Castello di Carlo V, la Cattedrale di Santa Maria della Madia e Piazza XX Settembre. Se siete amanti della storia, potete visitare il museo archeologico di Monopoli.

Trova un alloggio a Monopoli

Alberobello

Come prenotare e dormire nei trulli di Alberobello

A solo un’ora da Bari si può visitare Alberobello, tappa obbligatoria di un viaggio in Puglia. Questa graziosa cittadina è famosa per i suoi trulli, case imbiancate a calce con tetti in pietra conica, assolutamente da non perdere. Questa caratteristica gli ha fatto guadagnare alla città il titolo di Patrimonio Mondiale dell’umanità dell’UNESCO.

Trova un alloggio ad Alberobello

Grotte di Castellana

Cosa visitare in Puglia, le grotte di Castellana

Situate a circa 40 chilometri da Bari, le Grotte di Castellana sono un luogo famoso pieno di leggende. Un ambiente magico, creato da stalagmiti e stalattiti che adornano le sue “gallerie”. Itinerario completo ha una lunghezza di 3 chilometri e la durata della visita è di 2 ore circa.


Cosa vedere a Bari in un giorno

Se hai solo un giorno a Bari, ti suggerisco il seguente percorso:

  • Passeggiata a Bari Vecchia per immergerti nell’atmosfera della città
  • Visita della Basilica di San Nicola, patrono di Bari
  • Conoscere il castello normanno
  • Visita della Cattedrale di San Sabino
  • Pausa pranzo
  • Pomeriggio dedicato ai musei (non occorre visitare tutto, scegli in base ai tuoi interessi): il Palazzo Simi, il Museo Diocesano e la Pinacoteca di Bari
  • Passeggiata sul lungomare prima della cena
  • Approfitta nel vedere uno degli spettacoli al Teatro Petruzzelli

Ed ecco una giornata intensa a Bari!


Cosa vedere a Bari e dintorni in 2 giorni

In 2 giorni a Bari, potresti dedicare il primo giorno alla visita di Bari, seguendo il percorso sopra citato, mentre il secondo giorno lo potresti trascorrere cosi:

  • Breve visita di Polignano a Mare nella mattina
  • Pausa pranzo
  • Breve visita di Monopoli nel pomeriggio

oppure

  • Visita delle Grotte di Castellana in mattinata
  • Pausa pranzo
  • Visita di Alberobello nel pomeriggio

Dove dormire a Bari

Bari occupa una posizione strategica per visitare la zona centrale della Puglia, il cui patrimonio storico, culturale, gastronomico e architettonico è molto ricco. Facendo base a Bari è possibile raggiungere in breve tempo il Castel del Monte, Giovinazzo, Noci, la città di Matera, Alberobello, le Grotte di Castellana e Polignano a Mare.

Ma dove dormire nella città di Bari? La zona di Bari Vecchia è così diversa dalla parte moderna. Ci sono varie zone e quartiere, ed ognuno è diverso dall’altro, per questo abbiamo preparato una guida per consigliare le migliori zone dove alloggiare.

Scopri di più sul nostro articolo dedicato a dove dormire a Bari.

Trova e prenota un alloggio a Bari

Mappa di cosa vedere a Bari

Per aiutarti meglio nella visita della città di Bari, abbiamo fatto una mappa turistica che annota i principali luoghi da vedere a Bari. Puoi visualizzare la leggenda della mappa facendo clic sul pulsante in alto a sinistra con una piccola freccia.

Il caratteristico lungomare di Bari
Il caratteristico lungomare di Bari

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here