Vacanze a Otranto: cosa vedere e fare

Otranto è una storica città balneare e porto sulla costa adriatica dell’Italia meridionale, in provincia di Lecce. Il suo mix di storia, architettura, paesaggi, ristoranti sul mare e spiagge di sabbia bianca, la rendono una delle città più interessanti, affascinanti e pittoresche della Puglia.

Soprannominata “Porta dell’Oriente”, a causa della sua posizione all’estrema punta dell’Adriatico, Otranto conserva ancora l’atmosfera caratteristica di quelle antiche città commerciali che confinano con il Mediterraneo. Famosa destinazione turistica, questa città con un passato ricco di eventi ha un fascino speciale.

Si trova nel Salento, la punta della penisola, e in una giornata limpida, guardando verso lo Stretto di Otranto, è possibile vedere l’Albania.

Storia

Come la maggior parte della Puglia, Otranto ha un passato colorato e misto. È stato importante come porto greco e successivamente romano, chiamato Hydruntum. In seguito, fu governata dai Bizantini, dai Normanni e dagli Aragonesi.

La posizione della città di Otranto, di fronte al mare, la rendeva altresì suscettibile di attacchi da tutto l’Adriatico. Il più noto si è svolto il 28 luglio 1480, quando una flotta turca di circa 150 navi con 18.000 soldati sbarcò per assediare la città. Nonostante la resistenza della popolazione locale, dopo due settimane di combattimento Gedik Ahmed Pasha, il comandante turco, e i suoi uomini conquistarono il castello e devastarono la città e la sua popolazione.

Agli 800 sopravvissuti che si barricarono all’interno della Cattedrale fu chiesto di rinunciare alla loro fede cristiana e convertirsi all’Islam, ma dopo il loro rifiuto, furono decapitati. Divenuti beati martiri di Otranto, le loro ossa e crani sono ora sepolti nella cattedrale, dietro delle teche di vetro.

La città oggi

Otranto è certamente una delle città più affascinanti della Puglia e merita sicuramente una visita. L’imponente castello, le spesse pareti perimetrali e le torri robuste (costruite dopo la liberazione dai turchi alla fine del XV secolo) dominano gran parte della città, lasciando il posto a un piccolo porto, al lungomare con ottimi ristoranti di pesce e alla bellissima spiaggia della città fatta di sabbia bianca e acque turchesi …

Cose da vedere a Otranto

Il Castello Aragonese è un castello fatto di bellissime pietre antiche, circondato da un fossato. Recentemente ristrutturato, questa struttura storica è ben conservata e si è trasformata in uno spazio d’arte, dove sono state tenute mostre di alto valore. Dal suo tetto si può godere una vista mozzafiato sul mare e del porto da un lato, e sopra gli edifici bianchi della città dall’altro.

Gli spettacolari pavimenti di mosaico nella Cattedrale di Otranto. Il punto culminante della maestosa cattedrale di Otranto è il mosaico mozzafiato che copre tutto il suo pavimento. Coprendo 700 metri quadrati, il mosaico è una rappresentazione dell’albero della vita, con vari immagini che decorano i suoi rami. Oltre alle scene bibliche, sono rappresentati anche i segni dello zodiaco, immagini del gioco degli scacchi, riferimenti alla mitologia greca, immagini di re Arthur, e altri tratti dalla mitologia scandinava e dalla Persia preislamica. Il lavoro di questo capolavoro è iniziato nel 1163 e ha richiesto quattro anni per essere completato.

Accanto al Cattedrale c’è un piccolo museo, il Museo Diocesano, che contiene alcune mostre locali, tra cui frammenti di un precedente mosaico del quarto o del quinto secolo presente nella cattedrale.

Nascosta tra i vicoli tortuosi all’interno della parte vecchia della città, la piccola Chiesa Bizantina di San Pietro è una chiesa molto diversa. Si tratta di un piccolo edificio attraente, non sempre aperto, contenente affreschi bizantini.

Oltre a queste attrazioni turistiche, i visitatori possono semplicemente vagare tra le pittoresche stradine della città storica. Il centro storico è ancora racchiuso all’interno delle sue mura difensive, e le strade più trafficate sono “bordate” da negozi di souvenir, ristoranti e bar.

Cosa fare

Nelle notti estive, Otranto ha una vivace atmosfera. Al di là degli affascinanti vicoli, i turisti possono passeggiare lungo le mura sopra il mare, sedersi e sorseggiare un cocktail, o mangiare un pranzo leggero guardando il porto e la baia.

Giù dove le massicce pareti contrassegnano l’ingresso nella città vecchia c’è un piacevole parco, la Villa Comunale. Da questo punto, il lungomare si estende intorno alla baia a nord. Queste sono aree moderne, senza il fascino del centro storico, ma comunque piacevoli per una passeggiata sul mare.


Il mare invita a esplorare le sue acque azzurre da vicino. Potete prenotare una esclusiva gita in barca organizzata lungo la costa salentina. Queste comprendono visite a spettacolari grotte e pause dove poter nuotare in splendide acque incontaminate. Si possono effettuare anche delle mini-crociere private su una bella barca di legno per una gita privata tutta da ricordare.

Spiagge di Otranto

Le spiagge all’interno della città sono molto piccole, piacevoli in una giornata di sole a maggio, ma molto affollate durante l’estate. La costa nei dintorni di Otranto è rinomata per la sua bellezza e ci sono diversi tratti di spiaggia molto popolari sia a nord che a sud.

Queste sono facilmente raggiungibili se si dispone di un’auto. C’è anche un servizio di autobus estivo verso queste spiagge. A nord di Otranto si trovano le spiagge sabbiose di Baia dei Turchi e dei Laghi Alimini, dei grandi laghi vicini al mare. Una buona meta balneare a sud di Otranto è Porto Badisco, con una pittoresca grotta rocciosa.

Nelle vicinanze

– I Laghi Alimini sono due laghi interconnessi che formano un Oasi Naturale appena a nord di Otranto. Casa di una vasta varietà di flora e fauna, e un popolare punto di sosta per numerose specie di uccelli migratori, tra cui gli aironi neri e bianchi, e fenicotteri, nonché un luogo popolare con gli amanti della natura. Attraverso un processo di erosione, il lago più grande è collegato al mare e ad un tratto di spiagge accessibili solo a piedi come la spiaggia di Baia dei Turchi.

Punto Palascia (noto anche come Capo d’Otranto), a sud di Otranto, è il punto più orientale dell’Italia. Le spiagge rocciose, le scogliere, le meravigliose viste sul mare, il faro e il paesaggio incontaminato lo rendono un ottimo posto per le passeggiate costiere.

Porto Badisco, a sud di Punto Palascia, è un’insenatura rocciosa che dà accesso a una scivolosa spiaggia di sabbia e grotte cavernose. Secondo la leggenda è stato qui che Enea ha messo piede sul suolo italiano all’arrivo da Cartagine.

Come arrivare

L’aeroporto migliore da dove raggiungere Otranto è quello di Brindisi, mentre l’altra possibilità è arrivare all’aeroporto di Bari. Successivamente si può utilizzate il servizio ferroviario per arrivare a destinazione.

Otranto è su una piccola diramazione da Maglie, gestita dal Ferrovie Sud Est (FSE). Da Maglie ci sono collegamenti con Lecce, Gallipoli e Gagliano del Capo. Lecce è poco più di un’ora di distanza. La domenica c’è un servizio bus in sostituzione dei treni. La stazione ferroviaria di Otranto si trova a breve distanza dal centro della città.

In estate c’è un utile servizio chiamato Salento in treno e bus, che collega le principali destinazioni turistiche della zona. Le rotte di solito operano da metà giugno a inizio settembre e diversi autobus si fermano a Otranto, inclusi gli autobus per Santa Cesarea Terme e Laghi Alimini.

Dove alloggiare a Otranto

 

Il bellissimo lungomare di Otranto in Salento
Il bellissimo lungomare di Otranto in Salento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *