Alberobello

Conosciuto anche come la “città dei Trulli”, Alberobello è uno dei borghi più caratteristici della provincia di Bari. Nel 1996 la città è stata dichiarata dal UNESCO Patrimonio dell’Umanità proprio per via dei trulli, che sono uno straordinario esempio di architettura e di tecniche di origine preistorica.

Il “Trullo” è una piccola casa coperta con un tetto conico caratteristico, con pareti costruite da rocce calcaree secche. Mentre la maggior parte di questi “Trulli” sono in Alberobello, molti altri sono sparsi in tutta la Valle d’Itria e si possono trovare anche a Locorotondo, Martina Franca, Cisternino e Fasano. Molti di essi sono rimasti anche oggi funzionali e intatti.

Alberobello è dominato dal Trullo Sovrano, l’unico trullo con un piano sopraelevato, risalente alla metà del XVIII secolo che ora, durante l’estate, ospita concerti e mostre. Situata tra il quartiere di Aia Piccola e Piazza del Popolo, Casa Pezzolla è il più grande agglomerato di case con una quindicina di trulli contigui e comunicanti.

Si possono anche ammirare le costruzioni piramidali nel quartiere Monti, come la bella chiesa di Sant’Antonio e una miriade di botteghe artigiane e piccoli negozi tradizionali. I tetti conici sono ornati da particolari segni di buon auspicio che sono elementi di ispirazione ebraica e cristiana oppure elementi zodiacali e astrali.

I dintorni di Alberobello, non sono a corto di sorprese: Ostuni – la città bianca – o le Grotte di Castellana sono meravigliose mete, facilmente raggiungibili; la costa è solo una mezz’ora di macchina lontana, e un po’ più giù vale la pena visitare la stupenda Lecce e l’intera penisola salentina.

Cosa vedere

I distretti di Aia Piccola e Monti

Trullo Chiesa di Sant’Antonio

La Basilica dei Santi Medici Cosma e Damiano

Il Museo del Vino “Giampiero De Santis”

La Casa d’Amore: sede dell’Assessorato al Turismo

La chiesa del Carmine

Casa Pezzolla

Il Trullo Siamese e il Trullo Sovrano

Grotte di Castellana

Quando visitare Alberobello

Per godersi il mare e la natura, i mesi di luglio e agosto sono il momento migliore dell’anno, ma anche quelli più affollati. Tuttavia maggio, giugno e settembre godono di un clima mite e sono ottimi per coloro che amano viaggiare in bassa stagione. Ma Alberobello offre magnifiche opportunità anche durante l’inverno: i trulli ospitano le migliori presepi viventi di tutta la regione, mentre i tetti innevati creano un paesaggio davvero unico nel suo genere.

Dove alloggiare a Alberobello

Per ammirare le bellezze architettoniche di Alberobello, l’ideale è dormire nel cuore della città vecchia: il risveglio nel bel mezzo dei trulli dà veramente la sensazione di essere immerso in un luogo magico e fuori dal tempo.

Ville e case vacanze >> 

Hotel, B&B, ostelli >>

Come raggiungere Alberobello

La città si trova in provincia di Bari, tra le città di Noci, Martina Franca, Fasano, Putignano, Castellana Grotte e Locorotondo, in provincia di Bari. Si può raggiungere la città in auto, in treno, ma anche in aereo.

In treno

Si puo arrivare ad Alberobello anche in treno. Bisogna raggiungere con Trenitalia, Taranto Lecce o Bari, e prendere i treni delle Ferrovie Sud Est per Alberobello.

In auto

L’auto è il mezzo più comodo per raggiungere Alberobello. Dall’autostrada A14 – uscita a Gioia del Colle; da Bari o da Brindisi, Lecce: S.S. 16 – uscita a Monopoli per immettersi sulla S.P. per Alberobello (km 20); da Taranto: S.S. 172 per Martina Franca – Locorotondo e Alberobello (km 45).

In auto

Se arrivate in aerero gli aeroporti più vicini sono quelli di Bari e Brindisi. Dopo per raggiungere Alberobello il modo più comodo e veloce è noleggiare un auto.

Offerte per il noleggio auto

 

I trulli di Alberobello, in Puglia, Italia
I trulli di Alberobello, in Puglia, Italia